gototopgototop
ItalianoEnglish
Attività ArteScienza Edizioni ArteScienza ArteScienza 2006 – Spazio deformato

"La realtà è solo un'illusione, anche se molto persistente"
Albert Einstein

Roma accoglie la seconda edizione di ArteScienza, il festival biennale più importante dedicato all’arte e alle applicazioni scientifiche rivolte alla creatività e all’espressione umana in alcuni dei luoghi più belli e suggestivi della città.
Oltre cento autori tra artisti, musicisti, registi,architetti, filosofi e scienziati, provenienti dai più qualificati Centri di ricerca e Istituti internazionali hanno presentato le opere e le teorie che ci hanno permesso di apprezzare le innovazioni scientifiche applicate alla musica, alle arti visive, al teatro, alla letteratura ma anche i nuovi approcci che riguardano l’uso espressivo della luce, le nuove forme di fruizione artistica: installazioni sonore e visive che interagiscono con il pubblico e si integrano agli spazi architettonici, archeologici e naturali di una città d’arte singolare come Roma.
Diversi sono gli ambiti disciplinari interessati come varia è l’articolazione degli eventi che si sono svolti da maggio a giugno 2006. Un mese fitto di appuntamenti in sedi prestigiose quali la Casa dell’Architettura all’Acquario Romano (esposizioni di architettura e ambienti virtuali), la Casa del Cinema a Villa Borghese (“Future Cinema”), la Casina del Cardinale Bessarione (installazioni sonore d’arte con un design della luce proposto dagli esperti di Light design dell’Università di Roma La Sapienza), il Goethe-Institut Rom (concerti, installazioni sonore e visive).

Un Convegno internazionale e una Masterclass hanno costituito gli appuntamenti dedicati all’approfondimento del tema della manifestazione: lo “spazio”, o meglio, la “molteplicità di spazi possibili”. Dallo spazio “espressivo” e “rappresentativo” del linguaggio allo spazio “virtuale” generato artificialmente con le tecnologie informatiche, allo spazio “immaginario” della vita interiore o lo spazio “territorio” della vita di relazione. ArteScienza ha permesso di vivere un’esperienza unica che sfida le concezioni acquisite e le convenzioni sulla creazione e sull’invenzione e pone in primo piano la nostra sensibilità e la nostra capacità di partecipare all’esperienza artistica contemporanea. La manifestazione, organizzata dal CRM – Centro Ricerche Musicali di Roma, è promossa e co-prodotta con il Goethe-Institut Rom, la Casa dell’Architettura, l’Ordine degli Architetti di Roma e Provincia, lo ZKM – Centro per le Arti Multimediali di Karlsruhe (D), con il sostegno del Ministero per i Beni Culturali, il Comune di Roma, in collaborazione con numerosi Istituti italiani ed esteri, l’Università di Roma “La Sapienza” e il Conservatorio de L’Aquila - Dipartimento di Nuove Tecnologie e Linguaggi Musicali.

 

CALENDARIO

Roma, 18 maggio – 25 giugno 2006

 

Sovvenzionata da Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale per lo Spettacolo dal vivo – Direzione Generale per i Beni Librari, gli Istituti Culturali e l’Editoria

 

In convenzione con Sovraintendenza ai Beni Culturali Comune di Roma

 

Con il patrocinio di:

Comune di Roma

Regione Lazio – Assessorato Cultura Spettacolo e Sport

Provincia dell’Aquila

 

Con il contributo di:

Ambasciata del Canada

Ambasciata di Francia – BCLA

Ambasciata Reale dei Paesi Bassi

Ambasciata degli Stati Uniti d’America

Università di Roma “La Sapienza” – Dipartimento di Sociologia e Comunicazione

Gaudeamus Foundation

Istituto Cervantes di Roma

Istituto Giapponese di Cultura – Japan Foundation Rome

 

In collaborazione con:

Conservatorio di Musica “A. Casella” L’Aquila – Dipartimento di Nuove Tecnologie e Linguaggi Musicali

Università di Roma “La Sapienza” – Dipartimento ITACA, Master in Lighting design – Facoltà di Sociologia

Associazione Mara Coccia Roma

Casa del Cinema

Istituto Svizzero di Roma

Federazione Cemat

 

Sponsor:

Confor

Air France

RCF

Limelite

Pietro Mezzaroma e Figli

Martin

 

 

MOSTRE

 

18 maggio – 11 giugno

Lo spazio in movimento

Ambienti virtuali estesi, installazioni multimediali interattive, architettura digitale

La mostra è suddivisa in due sezioni: Algorithmic revolution, curata dallo ZKM - Centro per le Arti e Media di Karlsruhe e Lo spazio digitale dell’architettura italiana, www.architetturadigitale.it (mostra ‘in rete’) curata dalla Casa dell’Architettura. La prima utilizza procedimenti numerici per tracciare un radicale cambiamento nelle arti visive, nella musica, nel design e nell’architettura. La seconda si pone come obiettivo l’approfondimento, la divulgazione e la sperimentazione dello spazio “made in Italy” generato dall’incontro e dal dialogo tra architettura e cultura digitale, nei vari aspetti multidisciplinari che ne derivano.

 

 

CINEFUTURO

 

28 – 30 maggio

L'immaginario cinematografico dopo il film

La rassegna, proposta dallo ZKM, propone alcune tra le più interessanti produzioni di video e film e incorpora tecniche cinematografiche e modi di espressione innovativi.

Opere di Nam June Paik, Jud Yalkut, Bruce Nauman, Peter Weibel, Steina Vasulka, Woody Vasulka, John J Godfrey, Joseph Beuys, Douglas Davis, Vito Acconci, Peter Campus, Richard Serra, Robert Bell, Bill Seaman, Bill Viola, Zbig Rybczynski, Alina Viola Grumiller, Guy Debord, Klaus vom Bruch, Dorcas Müller, Johan Grimonprez, Harun Farocki

 

IL TEATRO DELL’ASCOLTO

 

31 maggio – 4 giugno

Installazioni sonore d'arte - Olofoni e Guide del suono

Le installazioni si basano su due importanti filoni di ricerca sviluppati negli anni Novanta al CRM: la propagazione delle onde acustiche(Risonatori e Tubi sonori) e le caratteristiche vibrazionali della materia (Planofoni ®), quest'ultima con la collaborazione del Centro Ricerche Fiat e il DIMI - Università di Roma Tre.

Le Installazioni sonore d’arte hanno diffuso opere elettroniche internazionali e sono presentate con un disegno della luce realizzato dagli architetti docenti e allievi del Master di Lighting design dell’ Università di Roma La Sapienza, 1^ Facoltà di Architettura “Ludovico Quaroni”.

Musiche di Laura Bianchini, Michelangelo Lupone, Marco Dibeltulu, Charles Norman Mason, Cesare Saldicco, Jean Claude Risset, Mauro Bajardi, Franco De Grassi, Sergio Pallante, Lidia Zielinska, Luca Spanu, Jan Boerman, Dick Raaijmakers, Ton Bruynel, Walter Cianciusi*, Vincenzo Grossi*, Beatrice Lasio, Luigi Pizzaleo*, Silvia Lanzalone

 

* prima esecuzione assoluta

 

 

INSTALLAZIONI SONORE

 

25 e 28 maggio, 8 e 15 giugno

Studio I su Volumi Adattivi

Di Licia Galizia e Michelangelo Lupone (prima esecuzione assoluta)

Performance dell’artista sull’installazione

 

25 maggio - 3 giugno

Repl(a)y 2005

 

5 - 15 giugno

Musica d’Angelo 2003

Di Ludger Brümmer

8 giugno  

Sorgenti Nascoste
La musica elettronica di Edgar Varèse, Karleinz Stockhausen, Luigi Nono, Iannis Xenakis, Franco Evangelisti, John Cage, Luciano Berio

 

 

PERFORMANCE, CONCERTI

 

25 maggio

Gesti Del Suono

Performance di Jean Geoffroy

Michelangelo Lupone: Gran Cassa. Canto della materia, nuova versione 2006 per Feed-drum (20’)

Thierry de Mey: Light music, 2004, per interprete solista, proiezioni e dispositivo interattivo (25’)

 

28 maggio

Temps de miroir

Concerto multimediale

Mario Verandi: Bellscape, 2004 per supporto digitale

Robert Normandeau: Palimpseste, 2005, per suoni elettronici (14,52)

Ludger Brümmer: Temps de miroir, 2004 per pianoforte, nastro 8 canali e video (23)

 

15 giugno

Omonia

Performance di Jorge Isaac

Roderik de Man : Voix égales

Arnoud Noordegraaf: Strung

Roderik de Man: Mensa Secunda

 

 

CONVEGNO

 

8 – 9 giugno

Spazio Deformato

Presentazione teorica e rappresentazione di ArteScienza

Curatori: Laura Bianchini, Lorenzo Seno, Maria Giovanna Musso, Guido Barbieri

 

MASTERCLASS

 

29 maggio – 3 giugno

Formazione e de-formazione dello spazio acustico e visivo

Approfondimento degli studi sulla percezione nei campi collegati della visione e dell’ascolto

Curatore: Marco Giordano

 

 

COMITATO ARTISTICO - SCIENTIFICO

 

Direzione artistica: Michelangelo Lupone,

Direzione scientifica: Lorenzo Seno,

Direzione organizzativa: Laura Bianchini,

Responsabile per la Casa dell'Architettura e Ordine degli Architetti: Amedeo Schiattarella,

Responsabile per il Goethe-Institut Rom: Michael-Kahn Ackermann,

Responsabile per lo ZKM - Zentrum fur kunst und Medientechnologie, Karlsruhe: Peter Weibel

 

icon ArteScienza 2006 - Catalogo