gototopgototop
ItalianoEnglish
Attività Installazioni sonore d'arte

Installazioni Sonore d'Arte

Le installazioni sonore d'arte realizzate dal Centro Ricerche Musicali di Roma, sono opere che integrano la musica agli strumenti di diffusione del suono, allo spazio scenico e d'ascolto. Esse rappresentano una delle innovazioni del linguaggio musicale contemporaneo perché hanno dato vita ad un più generale processo di trasformazione dei modi di fruizione e di composizione dell'opera musicale.
Dopo le prime presentazioni pubbliche, all'inizio degli anni Novanta, che proponevano una musica capace di creare un'architettura virtuale intorno all'ascoltatore, hanno progressivamente fatto uso di materiali e forme funzionali alla costruzione anche fisica dello spazio in cui il suono vive e si muove. La fruizione dell'opera musicale avviene attraverso una esperienza complessiva del suono e dell'ambiente, si avvale dei sensi in modo correlato, per stimolare prima il piano intuitivo, poi la partecipazione attiva e cognitiva dell'ascoltatore che sceglie per l'ascolto il comportamento più congeniale.

Si inaugura il 29 ottobre all’Ambasciata d’Italia alla presenza del Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte l’opera scultoreo-musicale adattiva permanente Forme sensibili di Licia Galizia e Michelangelo Lupone, in occasione del Technological Summit 2018

Sculture in rame e acciaio

Leggi tutto...

Tre opere scultoreo-musicali adattive: “Foce”, “Aquiloni”, “Terra e Cielo” nell’ambito del progetto ARTE SUI CAMMINI promosso dalla REGIONE LAZIO.
LOGO Arte sui Cammini

Leggi tutto...

Opere scultoreo-musicali adattive per la comunicazione non verbale. 
National Gallery of Modern Art, New Delhi (India)

Fonte ImmagineMostra fotoPAC w500 

Leggi tutto...

Realizzato per ArteScienza “Inventare il futuro” da giovanissimi musicisti e compositori nell’ambito del progetto SIAE “Sillumina” Bando 2 - Nuove opere.

IL GIARDINO DEI SUONI SEGRETI

Leggi tutto...

Il 1 giugno inaugurerà OASI, in uno degli spazi espositivi più interessanti per l’arte contemporanea di San Paolo. Promossa dall’Istituto Italiano di Cultura l’installazione adattiva scultoreo-musicale di LICIA GALIZIA - MICHELANGELO LUPONE resterà in esposizione fino al 15 luglio.

OASI - photo Barrica Cantone
photo Barrica Cantone

Leggi tutto...

Roma - Istituto Centrale per i Beni Sonori e Audiovisivi, 3, 4 dicembre, l’installazione sonora d’arte “Il Suono di Scelsi” non potrà essere realizzata per motivi di sicurezza del sito.

Il suono di Scelsi

A causa di recenti eventi internazionali, per evitare di incorrere in situazioni di rischio, le strutture afferenti all’Istituto Centrale per i Beni Sonori ed Audiovisivi chiedono di collaborare alle misure straordinarie di sicurezza. Di conseguenza, l’installazione sonora d’arte con Olofoni prevista negli spazi del sito, purtroppo non potrà essere realizzata.

www.scelsi.it 

icon Musica e tecnologia negli anni Cinquanta. La creatività integrata di Giacinto Scelsi e Vieri Tosatt - Programma (397.14 kB)

Confine

Dal 25 settembre al 30 ottobre, palazzo Fibbioni a L'Aquila ospiterà la mostra The Making of, a cura di Maria Paola Orlandini e Raffaele Simongini: un originale evento d'arte contemporanea, all’interno del quale viene presentata in prima assoluta “Confine” opera musicale adattiva di Licia Galizia e Michelangelo Lupone, produzione tecnologica del CRM – Centro Ricerche Musicali.

Leggi tutto...

Installazione permanente con Planofoni nella Palestra Grande di Pompei
Pompei Scavi, 3 agosto 2015 ore 11.00 – Inaugurazione
 

Gioco delle Risonanze

Gioco Delle Risonanze è un’istallazione sonora d’arte site specific, un luogo di esperienza sensoriale, un ambiente immersivo e interattivo in grado di adattare e sviluppare la forma musicale in relazione alla presenza del fruitore e allo scorrere del tempo.

Leggi tutto...

Roma, 15-16 aprile 2015

Intrecci

MACRO Testaccio - La Pelanda

Mercoledì 15 e giovedì 16 aprile, nell’ambito del Workshop Tourism & Culture 2015, sarà possibile visitare l’esposizione “Intrecci” da un’idea di Achille Bonito Oliva. Curatori RAM radioartemobile e Anna Marra Contemporanea

“Intrecci” prevede il dialogo fra due opere: Light Touch, opera adattiva scultorea e musicale di Licia Galizia e Michelangelo Lupone (realizzazione Centro Ricerche Musicali), Porta, opera con ferro e lampadine a fiamma di Giovanni Albanese. 

Info:
Programma WTC - Workshop Tourism & Culture
Light Touch

Roma, inaugurazione venerdì 6 febbraio 2015 - ore 17:30
Opera Musicale Adattiva di Michelangelo Lupone 

 

Forme Immateriali

Fontane della Galleria nazionale d’arte moderna di Roma

 

Ideazione

Una bacchetta disegna forme labili nell’acqua lasciando scie e profili visivi e sonori fugaci. Sono i gesti del pubblico che con la punta immersa di una bacchetta generano e fanno scaturire dall’acqua la musica. La continua mutazione delle forme, delle velocità e delle posizioni, modifica i timbri, i ritmi, la dinamica dei personaggi dell’intreccio musicale che si sviluppa con infinite variazioni nel tempo.
La musica, vivace o calma, assume forme immateriali che fanno vibrare l’acqua con leggere increspature che seguono e s’integrano al gesto del pubblico.

 

Progetto, Musica e Tecnologie

Forme immateriali è un’opera musicale site-specific concepita dal compositore Michelangelo Lupone in modo da essere completamente integrata alle due fontane del cortile della Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma, sia per quanto riguarda la struttura architettonica, che per ciò che concerne il materiale sonoro.
La musica è generata a partire dalla trasformazione dei suoni dei getti d’acqua che si riversano nelle due vasche.
I continui movimenti d’acqua delle due fontane producono i suoni che vengono acquisiti e modificati da un’avanzata tecnologia di rilevazione e attuazione acustica, allo scopo di realizzare diversi gradi di trasformazione musicale.
Il suono dell’acqua, dopo essere stato rilevato, viene analizzato da un computer, che ne estrae brevi frammenti (grani) per ricomporli in sequenze di suoni con altezze, ritmi e timbri diversi.
Le sequenze prodotte sono organizzate in una partitura polifonica e diffuse in acqua con speciali lenti sonore collocate nelle due vasche.
La tessitura musicale così ottenuta permette alle due vasche di dialogare musicalmente e di creare giochi di “primo piano” e “sfondo” nello spazio del cortile.
Il pubblico può immergere in acqua la punta di una bacchetta sensibile, che è disponibile ai bordi di ciascuna vasca, e muovendola influenza la forma musicale e le traiettorie spaziali dei suoni

 

L’opera è una commissione della Galleria nazionale d’arte moderna di Roma, realizzata dal Centro Ricerche Musicali – CRM.

Produzione e allestimento Centro Ricerche Musicali - CRM Roma
Responsabile della produzione e dell'organizzazione Laura Bianchini
Architetto progetto esecutivo Emanuela Mentuccia
Assistenti musicali Alessio Gabriele, Silvia Lanzalone
Assistenti tecnici Maurizio Palpacelli, Leonardo Mammozzetti

 

GNAM Galleria nazionale d’arte moderna
Viale delle Belle Arti, 131

 



Warning: Division by zero in /web/htdocs/www.crm-music.it/home/templates/rt_quasar_j15___CRM/html/com_content/category/blog.php on line 55

Pagina 1 di 6

Inizio
Prec.
1